Un crollo in borsa per Medacta

Medacta crolla in borsa dopo le anticipazioni su utili e fatturato del 2019: la notizia diramata oggi, venerdì, dal gruppo con sede a Castel San Pietro che la crescita sarà inferiore al previsto ha spinto numerosi investitori a disfarsi dell'azione.

Il titolo dell'impresa, che produce dispositivi medici ortopedici, sta perdendo circa il 22%, in un contesto di elevati volumi di contrattazione.

Medacta è entrata in borsa il 4 aprile 2019. Le azioni avevano esordito a 96 franchi. Ieri erano scambiate a circa 88 franchi, oggi sono scambiate a circa 69 franchi.

Lugano,"sarebbe saggio vendere"

A 24 ore dalla sfida di Super League a Neuchatel contro lo Xamax, il presidente Angelo Renzetti è tornato sulla questione della cessione del Lugano.

"Le trattative si stanno sviluppando, ma non c'è nulla di definitivo. Sono comunque fiducioso che si possa arrivare ad una soluzione, perché questa è la mia volontà. Ciò mi dà fiducia, come pure la serietà degli imprenditori".

"Io voglio tenermi il Lugano, ma non le sue rogne. Il sentimento mi direbbe di continuare, ma la ragione me lo impedisce. Dopo 9 anni c'è un po' di saturazione. Su praticamente 500 partite, non me ne sono persa una".

Iran, morti e migliaia di arresti

Diventa sempre più pesante il bilancio della repressione in Iran, dove da settimane i cittadini sono scesi in piazza per protestare contro il rincaro della benzina.

Denunciando "serie violazioni dei diritti umani" nella repressione delle proteste, l'Alto commissario dell'ONU per i diritti umani, Michelle Bachelet, ha confermato il bilancio di "almeno 208 morti" accertati, diffuso nei giorni scorsi da Amnesty International, secondo cui il numero reale potrebbe essere molto più alto.

Bachelet che ha precisato di aver ottenuto "video verificati" in cui le forze di sicurezza della Repubblica islamica sparano contro i manifestanti.

Wozniacki smette dopo Melbourne

La Wozniacki
KEY La Wozniacki

L'ex numero uno mondiale Caroline Wozniacki ha annunciato che si ritirerà dopo gli Australian Open, che sono in programma dal 20 gennaio al 2 febbraio. Questo torneo è stato teatro del suo più grande trionfo: è stato infatti a Melbourne che ha vinto il suo primo Grande Slam, nel 2018.

La danese, 29 anni, è attualmente al 37o rango nella classifica WTA.

"Ho realizzato tutto quello che sognavo in campo. E' ora di fare alcune cose al di fuori dal tennis: formare una famiglia con David e viaggiare per il mondo portando avanti la mia lotta per fare conoscere l'artrite reumatoide". Ho realizzato tutto ciò che avrei mai potuto sognare in campo ", ha scritto il danese." Mi sono sempre detto, quando arriva il momento, che ci sono cose lontane dal tennis che voglio fare di più, quindi è il momento di essere fatto. Negli ultimi mesi, mi sono reso conto che nella vita c'è molto di più che mi piacerebbe realizzare fuori dal campo.Ho realizzato tutto ciò che avrei mai potuto sognare in campo ", ha scritto il danese." Mi sono sempre detto, quando arriva il momento, che ci sono cose lontane dal tennis che voglio fare di più, quindi è il momento di essere fatto. Negli ultimi mesi, mi sono reso conto che nella vita c'è molto di più che mi piacerebbe realizzare fuori dal campo.

Condannati giovani UDC

Alla sbarra per la seconda volta, ma il giudizio non cambia
keystone Alla sbarra per la seconda volta, ma il giudizio non cambia

Il Tribunale superiore di Berna ha confermato la condanna per discriminazione razziale inflitta ai copresidenti della sezione giovanile cantonale dell'Unione democratica di centro Nils Fiechter e Adrian Spahr. 

I due sono stati puniti con una pena pecuniaria di 30 aliquote giornaliere, sospesa: in totale 4'800 franchi (3'300 in prima istanza) per l'uno e 3'600 per l'altro per la pubblicazione in internet d'una caricatura offensiva.   

L'illustrazione, ideata per una campagna elettorale, mostrava uno svizzero vestito con un costume tradizionale che si tappava il naso davanti a della spazzatura ammucchiata davanti a un accampamento di nomadi.

"Ombre notturne" in mostra a Coira

Il Museo d'arte dei Grigioni espone, fino a inizio marzo, opere della collezione grafica della Fondazione Werner Coninx, artista e membro di una famiglia di editori, morto nel 1980.

Quelli in mostra sono lavori che fanno parte del prestito permanente che l'istituzione di Coira ha ricevuto l'anno scorso. Cuno Amiet, Max Beckmann, Giovanni Giacometti, Erich Heckel, Ernst Ludwig Kirchner, Hermann Schererer e Johann Robert Schuerch figurano tra gli autori.

"Ombre notturne" si concentra sui lati oscuri dell'espressionismo: si va dai paesaggi apocalittici agli interni desolati, che rivelano gli abissi dell'animo umano, si legge in una nota.

Opere della Fondazione Coninx a Coira

Il Museo d'arte dei Grigioni esporrà a Coira, fino all'inizio di marzo, opere della collezione grafica della Fondazione Werner Coninx. La mostra "Ombre notturne", viene reso noto venerdì, si concentra "sui lati oscuri dell'Espressionismo che spaziano dai paesaggi apocalittici, agli interni desolati che rivelano gli abissi dell'animo umano".

Posti vacanti, soglia scende al 5%

Dal 1° gennaio 2020 scenderà al 5% il tasso di disoccupazione che determinerà le professioni che dovranno sottostare all’obbligo di annunciare gli impieghi disponibili.

Lo rende noto venerdì il Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE), precisando che si tratterà di "una sfida per gli Uffici regionali di collocamento" (URC), che del resto si stanno preparando a fondo per affrontare tale cambiamento.

Il provvedimento permette, secondo il DFE, di continuare nel sostegno al mercato del lavoro locale. Una centrale operativa del Servizio aziende consentirà di ottimizzare la gestione di tutte le segnalazioni di posti vacanti.