Canicola anche a nord delle Alpi

La Svizzera è sempre più nella morsa del caldo: MeteoSvizzera ha oggi esteso la sua allerta canicola anche alle regioni di Ginevra e del Giura. Le temperature che potrebbero arrivare sino a 32-34 gradi, con un'umidità tra il 40 e il 50%.

Come noto l'allarme - con pericolo di livello marcato, grado 3 su 4 - concerne già il Ticino e la Svizzera nord-occidentale e ha validità fino a mercoledì. La fase più intensa, per il sud della Alpi, è prevista in questo fine settimana.

Secondo MeteoSvizzera, le temperature più alte sono state registrate oggi a Biasca (34,7 gradi), Locarno (34,4 gradi)e Cevio (33,6 gradi), 

Niger, uomini armati uccidono 8 persone

Otto persone - sei turisti francesi e due nigeriani - sono state uccise domenica da uomini armati in motocicletta a Kouré, nel Niger, nella regione Tillabéri. "Non conosciamo l'identità degli aggressori, ma sono arrivati in moto attraverso la savana e hanno aspettato l'arrivo dei turisti", ha riferito una fonte locale.

Italia, leggero aumento dei contagi

Sono in leggero aumento i contagi da Covid-19 registrati domenica in Italia, con 463 nuovi casi contro i 347 di sabato. In totale sono state infettate 250’566 persone dall’inizio dell’epidemia.

Le autorità hanno segnalato anche due ulteriori decessi, il dato più basso registrato dallo scorso febbraio, che portano il bilancio a 35’205 morti.

I tamponi effettuati nell'ultimo giorno sono 37'637 mentre sabato erano stati 53'298. In leggero aumento il numero delle terapie intensive con 45 pazienti, mentre i pazienti ricoverati negli altri reparti degli ospedali sono 763. Invece le persone in isolamento domiciliare sono 12'455.

Annegato un 18enne nel Lago di Baldegg

Un 18enne rumeno è annegato domenica pomeriggio nel Lago di Baldegg, nel canton Lucerna. Il giovane ha perso l'equilibrio dopo essere entrato in acqua ed è scomparso tra le acque. Secondo quanto indicato dalla polizia, il ragazzo è stato trovato a 6-8 metri di profondità e ogni tentativo dei soccorritori di rianimarlo è stato vano.

ONU, servono 117 milioni di dollari

Al Libano serviranno 117 milioni di dollari nei prossimi tre mesi per rispondere alla crisi generata dall'esplosione avvenuta a Beirut il 4 agosto. Lo ha detto l'ONU in una bozza dell'Emergency response framework.

Serviranno 66,3 milioni da elargire alle strutture sanitarie che hanno accolto i feriti, ai rifugi di emergenza per chi è rimasto senza casa, alle organizzazioni che si occupano di distribire il cibo e a quelle che gestiscono l'ulteriore diffusione del Covid-19.

Nella fase 2, dovranno essere stanziati 50,6 milioni di dollari per ricostruire infrastrutture pubbliche ma anche case e per prevenire la diffusione di malattie.

Brucia ancora la cima della Trosa

L'incendio sulla cima della Trosa, scoppiato due settimane fa a causa di fulmini, si è riattivato domenica per la seconda volta ma la situazione, secondo i pompieri di Locarno, è sotto controllo. Due elicotteri sono entrati in azione per domare le fiamme e per il momento non è previsto l'intervento dei pompieri di montagna.

Incidente in montagna, muore una 30enne

Una cittadina ungherese di 30 anni residente a Ginevra è morta sulle Alpi vodesi, probabilmente dopo una caduta di 70 metri. Il corpo senza vita è stato segnalato sabato da un escursionista che stava salendo al rifugio di Plan Névé, a 2264 metri, nel territorio del comune di Bex, nel canton Vaud. La donna risultava scomparsa da venerdì.

Auto contro stabile, un ferito grave

Un 53enne è rimasto gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto la sabato notte a Seiry, nel canton Friburgo. Il veicolo è andato a urtare violentemente contro l'angolo di uno stabile. Estratto in gravi condizioni dai rottami, il conducente è stato ricoverato all'ospedale con un elicottero della REGA.