Record di stupefacenti a Zurigo

E' di oltre una tonnellata la quantità di sostanze stupefacenti sequestrata nel primo semestre dell'anno all'aeroporto di Zurigo. Nello stesso tempo, sono dieci le donne e otto gli uomini di età compresa fra i 22 e i 67 anni coloro che sono stati arrestati in relazione al traffico di droga. Lo ha comunicato la polizia cantonale zurighese.

Nuove opere di ristrutturazione

Le FFS hanno assegnato alle Deutsche Bahn i lavori per l'ammodernamento di 93 dei 496 vagoni EW IV (o VU IV). L'esternalizzazione dei lavori, come comunicato lunedì, si è resa necessaria poiché le FFS stanno già portando avanti diverse opere di modernizzazione.

Per il periodo 2014-2024 le FFS stanno investendo circa 1,5 miliardi di franchi per il rinnovamento della flotta. Le carrozze EW IV saranno utilizzate fino agli anni '30 inclusi.

I lavori non sono collegati all'incidente mortale che ha recentemente coinvolto un controllore a Baden, come hanno sottolineato le FFS, evidenziando come verrà comunque effettuato un ulteriore controllo delle porte.

Liam e Emma i preferiti del 2018

Nel 2018 Leonardo e Sofia, per il quarto anno consecutivo, sono stati i nomi più diffusi per i neonati nella Svizzera italiana. Sul podio, a livello nazionale, si piazzano Liam, Noah e Leon per i maschietti, mentre tra le neonate figurano Emma, Mia e Sofia, indica oggi l'Ufficio federale di statistica (UST).

Per tutta la Confederazione sul podio figurano Liam, Noah e Leon per i maschi; Emma, Mia e Sofia per le femmine. Prendendo in considerazione tutta la popolazione, i nomi più frequenti sono Daniel, Peter e Thomas tra gli uomini e Maria, Anna e Ursula tra le donne.

Nella Svizzera italiana svettano Marco, Luca e Andrea da una parte e Maria, Anna e Daniela dall'altra.

Più incidenti per gli apprendisti

Un apprendista su otto è vittima di un infortunio sul lavoro. Lo ha comunicato, lunedì, in una nota la SUVA, indicando che il numero totale di infortuni che coinvolgono li vedono protagonisti, anche durante il tempo libero, è di circa 25’000 all'anno, ogni anno.

Gli apprendisti hanno il doppio degli incidenti durante il loro tempo libero, ha precisato l’istituto, precisando che la mancanza di esperienza e la forte propensione al rischio sono le ragioni di questa situazione.

La maggior parte si verifica durante la pratica sportiva dove il calcio, lo sci e lo snowboard sono tra gli sport maggiormente responsabili, ma diversi sono anche vittime di incidenti stradali.

Scuola svizzera verso il futuro

La scuola svizzera mette al centro gli allievi. Non saranno, quindi, più professori e direttori d’istituto, ma gli alunni in prima persona a stabilire il proprio orario scolastico.

E' quando già succede in diverse strutture svizzere tedesche ed è l’obiettivo del nuovo orientamento pedagogico che, il prossimo 18 settembre, inaugurerà a Zurigo un percorso formativo innovativo destinato ai futuri docenti.

"I maestri dovranno essere anche degli accompagnatori scolastici" - ha affermato il promotore di questa formazione, Christian Müller - "Dovranno seguire, anche con l'aiuto dell'informatica, il percorso scolastico che ogni allievo sceglierà di propria iniziativa".

Ghiacciai "morti" anche in Svizzera

Il Pizol nel 2008, oggi è praticamente scomparso
keystone Il Pizol nel 2008, oggi è praticamente scomparso

L'Okjökull, il ghiacciaio islandese di cui domenica si è commemorata la "morte", non è solo: altri ghiacciai stanno scomparendo e non solo sull'isola.

Anche in Svizzera, racconta il glaciologo Giovanni Kappenberger, il 22 settembre si svolgerà una cerimonia analoga nelle montagne glaronesi.

"Il ghiacciaio del Pizol è stato misurato per diversi anni da un mio collega", racconta l'ex esperto di MeteoSvizzera, "e adesso viene definito praticamente morto".Anche in Ticino non va meglio, in particolare ai più piccoli: di uno vicino al Cristallina, per esempio, negli ultimi anni sono state abbandonate le misurazioni, afferma Kappenberger.

Tifo violento a Spiez

Individui mascherati hanno bloccato un intercity e cercato il confronto con un gruppo di tifosi del Thun in viaggio per Ginevra, domenica pomeriggio alla stazione di Spiez. All'arrivo della polizia bernese, gli aggressori si erano già dileguati. Non si ha notizia di feriti.

Lite in famiglia, madre grave

Dramma famigliare -all'alba di domenica- nel Canton Soletta. Un 22enne di origini italiane ha aggredito i genitori e il fratello, prima di fuggire e venire arrestato dalla Polizia alla stazione ferroviaria di Olten. La madre del giovane versa in gravi condizioni. Non destano invece preoccupazione le ferite riportate dal padre e dal fratello.