Canicola anche a nord delle Alpi

La Svizzera è sempre più nella morsa del caldo: MeteoSvizzera ha oggi esteso la sua allerta canicola anche alle regioni di Ginevra e del Giura. Le temperature che potrebbero arrivare sino a 32-34 gradi, con un'umidità tra il 40 e il 50%.

Come noto l'allarme - con pericolo di livello marcato, grado 3 su 4 - concerne già il Ticino e la Svizzera nord-occidentale e ha validità fino a mercoledì. La fase più intensa, per il sud della Alpi, è prevista in questo fine settimana.

Secondo MeteoSvizzera, le temperature più alte sono state registrate oggi a Biasca (34,7 gradi), Locarno (34,4 gradi)e Cevio (33,6 gradi), 

Annegato un 18enne nel Lago di Baldegg

Un 18enne rumeno è annegato domenica pomeriggio nel Lago di Baldegg, nel canton Lucerna. Il giovane ha perso l'equilibrio dopo essere entrato in acqua ed è scomparso tra le acque. Secondo quanto indicato dalla polizia, il ragazzo è stato trovato a 6-8 metri di profondità e ogni tentativo dei soccorritori di rianimarlo è stato vano.

Incidente in montagna, muore una 30enne

Una cittadina ungherese di 30 anni residente a Ginevra è morta sulle Alpi vodesi, probabilmente dopo una caduta di 70 metri. Il corpo senza vita è stato segnalato sabato da un escursionista che stava salendo al rifugio di Plan Névé, a 2264 metri, nel territorio del comune di Bex, nel canton Vaud. La donna risultava scomparsa da venerdì.

Auto contro stabile, un ferito grave

Un 53enne è rimasto gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto la sabato notte a Seiry, nel canton Friburgo. Il veicolo è andato a urtare violentemente contro l'angolo di uno stabile. Estratto in gravi condizioni dai rottami, il conducente è stato ricoverato all'ospedale con un elicottero della REGA.

Un uomo è annegato nel fiume Glatt

Un 48enne è annegato sabato nel fiume Glatt in territorio di Opfikon durante una nuotata notturna. L'uomo ha voluto aiutare un amico, che si è trovato improvvisamente in difficoltà, ed è rimasto intrappolato in un punto in cui il corso d'acqua presenta un dislivello e si forma una piccola cascata.

Svizzera, nessun morto e 152 nuovi casi

Sono 152 i nuovi contagi da Covid-19 segnalati sabato dall’Ufficio federale della sanità pubblica, per un totale di 36’603, mentre il totale dei decessi legati alla malattia resta fermo a 1’712 morti.

I dati diffusi domenica fanno registrare anche cinque ospedalizzazioni in più. Leggero calo delle persone in quarantena, dalle 19’313 segnalate sabato alle 19’237 di domenica: 1’301 sono in isolamento perché positive, mentre 4’071 sono entrate in contatto con infettati contagiosi.

Altre 13’865 sono in quarantena dopo essere rientrate in Svizzera da uno dei Paesi considerati a rischio dalle autorità sanitarie.

Due richiedenti asilo feriti

Due cittadini marocchini si sono feriti, in modo grave, nel corso di una lite avvenuta presumibilmente con un coltello sabato notte nel centro per richiedenti l'asilo a Holderbank (AG). Le cause dell'alterco sono per il momento ignote. Lo rende noto oggi la polizia cantonale argoviese.

Settimane di coma per Jonas Luescher

Il 43enne scrittore svizzero Jonas Luescher è stato posto per sette settimane in coma artificiale a causa del grave decorso di una infezione al Covid-19. Lo ha dichiarato in un'intervista rilasciata al "Sonntagszeitung".

Luescher, vincitore del Premio svizzero del libro nel 2017, non apparteneva a un gruppo a rischio ed era in buona salute prima del contagio. Lo scrittore ha trovato "molto strano" che persino immunologi avessero spiegato che il coronavirus non è pericoloso per le persone sane al di sotto dei 45 anni.

Ha dichiarato di essere stato contagiato a metà marzo a Monaco di Baviera, dove risiede, mentre aiutava nello spoglio delle elezioni comunali.