Barça, 6 dirigenti lasciano

Sei dirigenti del Barcellona hanno presentato le loro dimissioni giovedì sera per protestare contro la presidenza di Josep Maria Bartolomeu. I partenti chiedono pure, appena sarà terminata l'emergenza coronavirus, di indire nuove elezioni per decidere a chi vada il posto di numero uno della società.

Sion, accordo con 4 "ribelli"

Christian Constantin
KEY Christian Constantin

Il Sion ha trovato un accordo con quattro dei nove giocatori che avevano rifiutato in un primo tempo le condizioni di disoccupazione parziale. Si tratta di Pajtim Kasami, il meglio pagato della rosa, Ermir Lenjani, Birama Ndoye e Mickaël Facchinetti.

"Sono tornati alla ragione", ha commentato soddisfatto il presidente Christian Constantin. Ai suoi occhi avevano commesso l'errore di seguire il capitano Xavier Kouassi.

Un ritorno nell'effettivo dei biancorossi salutare in vista di una ripresa del campionato, che il numero uno dei vallesani non vede però vicina.

Portogallo, critiche a CR7

Ai tempi del coronavirus, anche gli idoli possono essere criticati. E così in Portogallo è scoppiata la polemica nei confronti di Cristiano Ronaldo, che ha svolto degli allenamenti nello stadio di Madeira. L'assessore alla Sanità dell'isola non l'ha presa bene: "Non ha alcun permesso, deve rispettare le regole come gli altri".

-La Federazione inglese ha deciso di chiudere la stagione delle divisioni regionali, ovvero dal settimo livello (compreso) in giù della sua piramide. I risultati sono stati cancellati e non ci saranno promozioni e retrocessioni. Si tratta di una prima decisione definitiva in Europa.

Gelson e Sow riducono stipendio

Gli elvetici Gelson Fernandes e Djibril Sow, così come i compagni di squadra e l'allenatore dell'Eintracht Francoforte Adi Huetter, hanno deciso di rinunciare al 20% dello stipendio per i prossimi tre mesi. Con questo gesto vogliono aiutare il club, che dovrà far fronte a una perdita di circa 15 milioni di franchi a causa della pandemia.

-L'Hertha Berlino, attualmente 13o in Bundesliga, ha ingaggiato Bruno Labbadia come nuovo tecnico. Il 54enne, che in carriera ha guidato Leverkusen, Amburgo, Stoccarda e Werder Brema, è il quarto mister in questa stagione dopo Ante Covic, Juergen Klinsmann e Alexander Nouri. 

Il GC ha un nuovo proprietario

GC rialza la testa
Key GC rialza la testa

Il Grasshopper ha un nuovo proprietario: si tratta del gruppo Champion Union HK Holdings Limited che ha acquisito il 90% delle azioni. La Grasshopper Football Foundation, da poco fondata, fungerà da socio di minoranza.

La Swiss Football League ha dato il via libera per l'acquisto del club elvetico più titolato da parte della società con sede ad Hong Kong.

Questo cambiamento ha da subito delle conseguenze: il gm Fredy Bickel lascia immediatamente le sue funzioni mentre il CdA è ora formato da Sky Sun, presidente, Jenny Wang, proprietaria del club, e Andras Gurovits.   

Basilea, no ai tagli di salario

I giocatori del Basilea hanno rifiutato la proposta del club che voleva ridurre loro lo stipendio annuale del 17,5% a causa del coronavirus. La società studierà ora una nuova strategia per ridurre i costi da sottoporre ai calciatori.

Djourou fa causa al Sion

Johan Djourou
KEY Johan Djourou

Johan Djourou passa al contrattacco. Licenziato lo scorso 19 marzo insieme ad altri 8 compagni di squadra per non aver accettato una riduzione del salario, l'ex difensore della Nazionale ha deciso di fare causa al Sion per torto morale e violazione dell'onore.

"Non mi interessano i soldi e nemmeno essere reintegrato in squadra. Ho deciso di battermi in tribunale per riparare i danni causati da questo caso", ha spiegato a Le Nouvelliste il ginevrino.

"Non siamo dei mercenari come ci hanno dipinto. Se dovessero darmi ragione donerò in beneficenza l'importo ottenuto  per i danni morali", ha detto Djourou.

Tagli fino al 20% al Real

I giocatori e gli allenatori della prima squadra di calcio (e basket) del Real Madrid si abbasseranno lo stipendio per tutelare gli altri lavoratori impegnati nella polisportiva. In base ai possibili scenari i blancos rinunceranno a una percentuale tra il 10% e il 20% del loro salario annuale.