Resti pallone in un laboratorio FBI

I resti del pallone-spia cinese abbattuto dagli americani saranno portati in un laboratorio dell’FBI a Quantico, in Virginia, per essere analizzati dagli esperti delle agenzie di intelligence USA, secondo quanto riferiscono fonti vicine al dossier.

Diverse navi della Marina e della Guardia Costiera degli Stati Uniti si trovano nell'area in cui è caduto il pallone e stanno proteggendo il perimetro individuato, ha detto un alto funzionario militare statunitense.

A suo avviso la Marina aveva previsto di dover recuperare i detriti in acque profonde, ma i resti si trovano a poco più di 14 metri, quindi il recupero sarà "abbastanza facile".

Il pallone era facilmente visibile a occhio nudo sopra i cieli americani venerdì
Reuters Il pallone era facilmente visibile a occhio nudo sopra i cieli americani venerdì

Valanghe, 5 morti in Austria

Nella zona di Sankt Anton ancora due dispersi
keystone Nella zona di Sankt Anton ancora due dispersi

Il conducente di uno spazzaneve è l'ultima vittima accertata delle numerose valanghe cadute in Austria in questi ultimi giorni. Il suo corpo è stato ritrovato domenica nel Tirolo orientale. Rinvenuto un cadavere anche nella Kaunertal, probabilmente quello di un 62enne sciescursionista che era dato per disperso.

E così, mentre si cercano ancora una guida di 29 anni e il suo cliente di 33 nella zona di Sankt Anton, il bilancio die morti da venerdì è salito a cinque.

In precedenza, infatti, erano già deceduti (tutti fuori dalle piste battute) un 32enne cinese nella Oetztal, un 17enne neozelandese nella Zillertal e un 55enne tedesco nella Kleinwalsertal.

"Nessuna minaccia da Putin"

Il sostegno tedesco all'Ucraina è sempre stato chiaro con Putin - secondo Scholz
Keystone Il sostegno tedesco all'Ucraina è sempre stato chiaro con Putin - secondo Scholz

"Putin non ha minacciato né me, né la Germania. Durante le conversazioni telefoniche le nostre posizioni assai diverse sulla guerra in Ucraina sono sempre state molto chiare".

Lo ha affermato il cancelliere tedesco Olaf Scholz in una intervista a Bild am Sonntag, spiegando di aver detto a Vladimir Putin "chiaramente che la Russia è l'unica responsabile della guerra. La Russia ha invaso il Paese confinante per impossessarsi di parti del territorio dell'Ucraina".

"Non possiamo accettarlo giacché viola la pace europea. Per questo sosteniamo l'Ucraina dal punto di vista finanziario, umanitario e anche con le armi", ha aggiunto.

Deputati svizzeri, minacce a Taiwan

I cinesi avevano protestato per la visita di Nancy Pelosi a Taiwan, nel 2022
Keystone I cinesi avevano protestato per la visita di Nancy Pelosi a Taiwan, nel 2022

Minacce sono state formulate contro la metropolitana di Taiwan a causa della visita di parlamentari svizzeri che dovrebbe iniziare oggi, domenica. Gli individui all'origine delle minacce, ignoti, chiedono che non si svolgano incontri con la delegazione elvetica.

In caso contrario affermano che valuteranno di attaccare la linea che collega l'aeroporto alla stazione centrale di Taipei. Lo scrive il SonntagsBlick. Le misure di sicurezza in loco sono state rafforzate ei servizi del Parlamento ne sono stati informati.

Nel corso della visita, che si concluderà venerdì, sono in programma incontri con membri del Governo e del Parlamento taiwanesi.

Assopito al volante, incidente a Mels

Ingenti i danni provocati dal giovane nell'incidente
Keystone Ingenti i danni provocati dal giovane nell'incidente

Domenica notte, nei pressi di Mels (SG), un 20enne ha perso il controllo del veicolo mentre percorreva l'autostrada A3, uscendo fuori strada. Le ferite riportate dal giovane, trasportato in ospedale, sono "da determinate".

Stando alla ricostruzione della polizia cantonale il giovane era giunto da Bad Ragaz e stava guidando in direzione di Zurigo. Allo svincolo autostradale di Sargans (SG), si sarebbe addormentato, perdendo il controllo del veicolo.

L'auto si è in seguito schiantata contro uno spartitraffico e si è ribaltata, terminando la propria corsa sul fianco. Il test dell'alcool è risultato positivo. I danni causati ammontano a circa 20'000 franchi.

Due frontali a Marmorera, tre feriti

Problemi sulla carreggiata innevata
polizia grigioni Problemi sulla carreggiata innevata

Due collisioni frontali, indipendenti una dall'altra, si sono verificate sabato verso mezzogiorno sulla strada dello Julier a Marmorera. In uno dei due incidenti, tre persone sono rimaste leggermente ferite, quando una vettura è scivolata sulla strada innevata e ha invaso la corsia opposta, dove ne sopraggiungeva un'altra.

I russi bombardano centro di Kharkiv

Casse in una posizione russa abbandonata vicino a un binario ferroviario nell'Oblast di Kharkiv
Keystone Casse in una posizione russa abbandonata vicino a un binario ferroviario nell'Oblast di Kharkiv

L'esercito russo domenica ha bombardato la metropoli di Kharkiv e altre zone della regione nell'Ucraina orientale; lo afferma il capo dell'amministrazione militare regionale Oleg Sinegubov.

Un missile S-300 ha colpito il centro della città e "le informazioni su eventuali vittime e distruzioni sono ancora in fase di accertamento", ha aggiunto.

Cruenti combattimenti sono in corso anche a Bakhmut, nell'Oblast di Donetsk, e gli attacchi delle truppe russe colpiscono pure Avdiïvka, Lyman, Novopavliv. Va detto che l'esercito ucraino ha respinto l'offensiva nemica vicino a nove insediamenti nella regione, stando a quanto rende noto lo Stato maggiore dell'esercito di Kiev.

Iniziativa sulla valuta, firme ci sono

Il testo li vuole preservare
keystone Il testo li vuole preservare

I promotori del Movimento per la libertà Svizzera hanno annunciato di aver raccolto le 100'000 firme necessarie per portare al voto popolare la loro iniziativa in difesa del contante.

Il testo, secondo un comunicato diffuso online e di cui riferisce la NZZ am Sonntag, sarebbe stato sottoscritto da 157'000 persone e 110'000 firme sarebbero già state verificate. Il termine per la raccolta scade il 17 febbraio.

L'iniziativa vuole completare l'articolo 99 della Costituzione relativo alla politica monetaria con due frasi, assicurando che banconote e monete siano sempre disponibili a sufficienza e che popolo e cantoni possano esprimersi su un'eventuale sostituzione del franco.