Niente mercatino natalizio

Niente mercatino di Natale quest'anno a Montreux. Il tradizionale appuntamento prenatalizio sulle sponde del Lemano è stato annullato nella sua forma classica, a causa della pandemia. L'evento si terrà in una forma più piccola, regionale e famigliare, hanno annunciato gli organizzatori, una decisione presa per evitare un'eventuale diffusione del virus.

PS Vevey vuole un lungolago pedonale

Vevey, il PS lancia un'iniziativa popolare comune per la pedonalizzazione della riva del lago. Il testo, intitolato "Reinventare la riva del lago", è stato depositato martedì presso l'anagrafe comunale. Il lancio ufficiale dovrebbe avvenire tra qualche settimana.

"Il comune di Vevey ha la fortuna di avere tre chilometri di riva lacustre. E' tempo di ripensare il suo funzionamento", ha annunciato martedì il PS Vevey in un comunicato stampa.

L'iniziativa si propone di ridurre l'influenza del cemento e delle auto sul lago. Inoltre, secondo il partito, la pedonalizzazione e le nuove aree di incontro contribuiranno a rivitalizzare il centro della città.

RSF denuncia razzismo verso giornalista

Un'indagine sotto copertura sugli ambienti della Svizzera romanda propensi a teorie del complotto sta generando su Internet un'ondata di commenti e insulti razzisti rivolti al giornalista ginevrino che ha realizzato i servizi, pubblicati da Heidi.news.

La sezione elvetica di Reporter senza frontiere (RSF) "condanna fermamente" i commenti "profondamente scioccanti" di alcuni internauti sui social network: "Queste reazioni ricordano che la Svizzera non è immune dal razzismo e dall'odio verso i giornalisti", sottolinea in un comunicato odierno.

Serge Michel, direttore editoriale di Heidi.news, ha detto che "potrebbe essere presentata una denuncia penale". 

SG, uccise la moglie nel 2019: espulso

Sei anni e mezzo di reclusione e l'espulsione dalla Svizzera per sette anni è la pena inflitta oggi dal tribunale distrettuale di San Gallo a un 67enne che il 19 aprile del 2019 uccise la moglie a colpi di calzascarpe.

L'imputato, già pensionato da diversi anni, era giunto in Svizzera dal Kosovo nel 1974 come operaio edile, e solo in seguito fece venire anche la famiglia.

Dopo l'incidente aveva chiamato la polizia e si era lasciato arrestare; non ha mai negato i fatti. I giudici hanno ritenuto il fatto di sangue "molto brutale" e deciso di espellere il pensionato, considerando che dopo 46 anni passati in Svizzera non era completamente integrato e parlava male tedesco.

Nuova campagna UFSP per i giovani

Nuova campagna dell'UFSP rivolta ai giovani: "Ora tocca a voi!". La campagna è sempre "rivolta a tutta la popolazione", affermano in un comunicato rilasciato martedì. Ma "questa volta, alcuni messaggi si rivolgono specificatamente ai giovani, motivandoli, quando escono per divertirsi, a lasciare i propri dati di contatto completi."

VD, incidente stradale: un morto

Un 29enne losannese è morto a seguito di un incidente avvenuto lunedì verso le 23.00 a Châtillens (VD). L'uomo ha perso il controllo del veicolo lungo un rettilineo ed è finito contro il muro di sostegno di una casa. Nonostante gli sforzi dei vigili del fuoco e dei paramedici, l'autista è morto sul posto, ha comunicato la polizia martedì.

La SSR dovrà risparmiare ancora

La pandemia di COVID-19 avrà ripercussioni anche sui conti della SSR. Il mercato pubblicitario è crollato rispetto al 2019 e più in generale nei prossimi anni si prevede una perdita costante di 10-15 milioni di franchi l’anno.

Nonostante l’aiuto della Confederazione e il piano di risparmio già messo in atto, la direzione generale stima che ulteriori 50 milioni vadano recuperati entro il 2024.

Nei prossimi quattro anni è inoltre previsto un taglio di circa 250 posti di lavoro, dei 5'500 attuali, principalmente con fluttuazioni naturali del personale, ma dei licenziamenti saranno inevitabili.

Da mese mite a invernale

La Svizzera ha vissuto un settembre mite con molte giornate estive soleggiate e alcune anche tropicali, ma verso la fine del mese si è notato un marcato cambiamento che ha portato temperature fresche e precipitazioni intense. Lo indica in un comunicato MeteoSvizzera.

Con una temperatura media nazionale di 11,8 gradi, un valore più elevato della norma 1981-2010 di 1,6 gradi, il mese di settembre 2020 è risultato mite.

Nella nota viene anche precisato che a nord delle Alpi la neve è scesa fin verso i 1'000 metri di quota negli scorsi giorni. Per molte stazioni di misura le temperature medie giornaliere del 26 settembre appartengono alle cinque più fredde degli ultimi decenni.