Golubic crolla nel terzo set

Viktorija Golubic (WTA 86) non è riuscita a sovvertire il pronostico negli ottavi del torneo di Istanbul e si è inchinata in tre set alla testa di serie numero uno, la belga Elise Mertens (17). La svizzera ha perso la prima frazione 6-4 dopo aver condotto 4-2, ma si è rifatta nella seconda, conquistata con lo stesso punteggio. Nel terzo set però l'elvetica è crollata dopo aver incassato due break nei suoi due primi turni alla battuta.

Dito puntato su Heed e Boedker

Mikkel Boedker
KEY Mikkel Boedker

A Lugano è già tempo di primi bilanci e il dito viene puntato sugli stranieri, Heed e Boedker su tutti. "Nelle ultime cinque partite entrambi hanno messo a referto zero punti", ha detto il ds bianconero Domenichelli, "anche se in generale ci aspettavamo di più da tutti i nostri giocatori d'importazione".

"Le cose sono andate storte nel giro di sette giorni", ha proseguito l'ex attaccante. "Se cambieremo o confermeremo l'allenatore? Tutto è ancora aperto".

"Dopo aver portato la squadra dall'11o posto dello scorso anno alla Champions League mi spiacerebbe non poter continuare", ha dichiarato Pelletier.

Mantegazza,"il voto è negativo"

"Ci eravamo qualificati molto bene per questi playoff, poi siamo calati e ci è mancata la benzina nel momento più importante della stagione". Questo il primo commento, rilasciato ai microfoni di Rete Uno, del presidente Vicky Mantegazza dopo l'eliminazione del Lugano.

"La regular season è andata bene, ma l'uscita immediata dai playoff fa dimenticare tutto quanto di buono è stato fatto. Per questo motivo, non posso che dare un voto negativo alla stagione", ha sottolineato la numero uno dell'HCL.

"In Svizzera, o forse solo qui a Lugano, si tende a spremere i migliori giocatori", ha concluso la Mantegazza.

- News: Vietato protestare sul podio

Proteste olimpiadi
KEY Proteste olimpiadi

Alle Olimpiadi estive di Tokyo di questa estate e a quelle invernali di Pechino nel 2022 sarà vietato protestare sui podi e nei luoghi di gara. Lo ha stabilito il CIO su raccomandazione della commissione degli atleti.

"Più di due terzi dei 3'547 sportivi interrogati hanno giudicato inappropriato manifestare o esprimere i propri punti di vista sul podio, sul campo o durante le cerimonie ufficiali", ha precisato il Comitato olimpico.

Gesti come quello di John Carlos e Tommie Smith, che avevano alzato il pugno al cielo in Messico nel 1968, potrebbero dunque essere puniti.

Sei giornate a Barberio

Il difensore del Losanna Mark Barberio ha ricevuto sei giornate di squalifica (una delle quali già scontata) e una multa di 8'900 franchi. Il canadese aveva commesso due falli (spearing e carica alla balaustra) ai danni di Sven Andrighetto in gara-4 dei quarti. L'attaccante dello Zurigo è invece stato punito con un turno di sospensione e 2'500 franchi di multa per aver caricato alla testa Charles Hudon in gara-5.

- News: Super Capela, ma non basta

Privi degli infortunati De'Andre Hunter e Danilo Gallinari gli Atlanta Hawks, che a inizio terzo quarto hanno perso pure Trae Young, sono stati battuti 137-127 dopo un supplementare a New York dai Knicks. Clint Capela ha comunque sfoderato un'altra grande prestazione, risultando il miglior marcatore dei suoi con 25 punti. Per il ginevrino anche 22 rimbalzi, un assist e una stoppata.

NHL: tre attaccanti svizzeri a segno

Kevin Fiala
KEY Kevin Fiala

Tre attaccanti svizzeri sono andati a segno nelle quattro partite di NHL in programma nella notte. Con la sua 16a rete stagionale, Kevin Fiala ha contribuito al successo per 4-1 dei Minnesota Wild sul ghiaccio dei Coyotes.

Un gol (il 13o) e un assist, invece, per Pius Suter nella vittoria per 5-4 all'overtime dei suoi Chicago Blackhawks contro i Nashville Predators di Roman Josi. Quest'ultimo ha fornito un passaggio decisivo.

Ha trovato la via del gol (per la 9a volta) anche Timo Meier. Il punto dell'elvetico non è però bastato agli Sharks, battuti 5-2 dai Knights.

Pelletier, "grande delusione"

Logico lo scoramento in casa Lugano dopo l'eliminazione dai playoff. Così coach Pelletier: "Grande delusione essere già usciti. Forse siamo arrivati ai playoff con poca benzina dopo le tante partite nel finale di RS".

Questo il pensiero invece di Sannitz: "Ci abbiamo creduto, abbiamo fatto una grande rimonta. C'è dispiacere perché siamo arrivati secondi in regular season e lo spogliatoio era buono".

Infine le parole di Loeffel: "Abbiamo dato tutto oggi, non è stasera che abbiamo perso questa serie. Châpeau al Rappi, ha giocato bene, incredibile come bloccano i tiri".