Al Ginevra il derby romando

La marcia del Ginevra verso il trio di testa prosegue ininterrotta. Neppure il Friborgo, 3o della classe, è riuscito ad interporsi tra le Aquile e il 6o successo nelle ultime 7 uscite, giunto con un convincente 4-1.

Alla BCF-Arena protagonista il solito Omark, autore di una doppietta che ha consentito ai suoi di superare il Losanna e salire al 4o rango.

Sempre saldo all'8o posto, invece, il Bienne, passato di misura sul Rapperswil nel primo scontro stagionale di NL tra le due formazioni. Il 2-1 finale porta le firme di Huegli, Moses e Rajala.

L'Ambrì cede ancora allo Zugo

Flynn cerca di fermare Schlumpf
KEY Flynn cerca di fermare Schlumpf

Sconfitto di poco nei due precedenti duelli stagionali di National League, l'Ambrì nel 3o scontro diretto è stato nuovamente battuto dallo Zugo, che alla Bossard Arena si è imposto per 2-0. 

I leventinesi contro una capolista un po' svogliata hanno avute molte occasioni, ma non hanno saputo concretizzarle. Così a passare in vantaggio sono stati i Tori, con il primo punto del nuovo acquisto Shore, al 23'.

Tolto il portiere Oestlund già al 57'48" per tentare il tutto per tutto, la formazione di Cereda ha subito il gol di Simion a gabbia sguarnita al 58'43". 

Lugano alla 3a sconfitta filata

Ambuehl contro Schlegel
KEY Ambuehl contro Schlegel

Confermando il momento di difficoltà che sta vivendo, il Lugano alla Cornèr Arena nel 5o scontro diretto stagionale è stato battuto per 4-2 dal Davos, contro il quale finora aveva sempre vinto.

I ticinesi dopo 11' erano già sotto per 2-0 (reti di Ambuehl e Herzog). In seguito hanno fallito le poche occasioni per riportarsi in partita avute da Walker e, a una ventina di secondi dalla prima sirena, Fazzini.

Ha dimezzato lo score dopo 25' Buergler, ma Herzog ha riportato a 2 le reti di scarto. Un rigore segnato da Fazzini al 48' ha riaperto la sfida, ma a porta vuota Turunen ha fatto il 4-2.

I Rockets perdono ai rigori

Buona prova dei Ticino Rockets contro il Sierre. I rivieraschi hanno dato del filo da torcere alla 4a forza della Swiss League, che li ha sconfitti per 4-3 ai rigori. Di Schwab, Deluca e Haussener (queste due ultime in powerplay) le reti per i ticinesi. Grazie al punto conquistato si portano a 2 punti dal 10o posto occupato dall'EVZ Academy (con 3 partite in meno).

Pugno duro contro Mercier

Simon Le Coultre
KEY Simon Le Coultre

La SIHF ci è andata pesante con Jonathan Mercier. Reo di essersi scontrato con un arbitro nella partita tra Ambrì e Servette di martedì scorso, il difensore ginevrino è stato punito con 7 giornate di squalifica (una già scontata). Dovrà saltare l'incontro di domenica con il Friborgo pure Simon Le Coultre, che ha ricevuto un altro turno di stop dopo la carica ai danni di Brian Flynn.

NHL: i tre punti di Meier non bastano

Già attivo anche sul tabellino
KEY Già attivo anche sul tabellino

Un grande Timo Meier, autore di un gol e due assist, non è bastato ai San José Sharks per avere la meglio sugli Arizona Coyotes per la seconda volta in pochi giorni. La squadra dell'attaccante rossocrociato, che ha firmato il momentaneo 2-2, si è piegata con il risultato finale di 5-3. Il debutto stagionale di Elvis Merzlikins con i Columbus Blue Jackets non è invece stato dei migliori: la squadra dell'ex HCL è stata battuta per 5-2 dai Nashville Predators.

Il Ginevra doma i Lions

Bel regalo allo Zugo da parte del Ginevra, che pur se decimato dalle sospensioni ha battuto per 3-2 all'overtime lo Zurigo grazie ad una rete al 63' di Asselin (rinforzo venuto dal Sierre). I Lions ora sono a 10 punti dai Tori. Il Bienne è riuscito ad avere la meglio sul Langnau per la 4a volta in stagione. Hanno deciso la sfida, chiusasi sul 3-1, i gol di Kohler e Moser nel 3o periodo. A senso unico invece Friborgo-Rapperswil (5-2).

Lugano sopraffatto dallo Zugo

Doppietta per Diaz
KEY Doppietta per Diaz

Seconda sconfitta di fila per il Lugano, ma contrariamente a quanto successo a Zurigo i bianconeri contro lo Zugo hanno perso malamente per 5-1.

Nel primo tempo la capolista ha fatto quello che voleva, segnando 4 reti e non subendone nessuna. L'1-0 di Diaz è giunto dopo soli 19", mentre dopo i gol di Thorell e Hofmann, Pelletier ha chiamato il timeout, che non è però bastato ad evitare il 4-0 di Stadler.

Per i bianconeri, nei quali ha debuttato il difensore Villa e dal 3o tempo il portiere Fatton, gol della bandiera al 31' di Fazzini, prima del 5-1 del capitano dei Tori.