La Goggia concede il bis in Canada

Come lasciava presagire il successo con un enorme vantaggio di venerdì, Sofia Goggia ha vinto anche la seconda discesa di Lake Louise, malgrado le condizioni di gara (neve più dura e visibilità meno buona) siano mutate.

L'italiana ha preceduto nuovamente la statunitense Breezy Johnson, battuta di 0"84; terza la svizzera Corinne Suter (+0"98), che rispetto a 24 ore prima ha guadagnato 2 posizioni.

Lara Gut-Behrami non è riuscita a migliorarsi e ha chiuso al 23o posto. Ha commesso un errore a metà percorso e il fisico ancora debilitato non le ha permesso di recuperare nel finale.

Feuz terzo anche a Beaver Creek

Feuz sbaglia
RSI Feuz sbaglia

Terzo nella prima discesa stagionale di CdM a Lake Louise, Beat Feuz ha ripetuto questo risultato a Beaver Creek. Davanti a lui si sono classificati l'impressionante Aleksander Aamodt Kilde e il vincitore in Canada, Matthias Mayer.

Il bernese ha perso il confronto con l'austriaco nella parte alta della Birds of Prey, dove ha commesso un grosso errore; quasi perfetto invece il norvegese, che lo ha battuto di 1"01.

Nella top 10 un solo altro svizzero: Niels Hintermann (7o). Marco Odermatt è giunto 15o e si è fatto avvicinare nella classifica generale dal 2o, Mayer, da Kriechmayr e Kilde.                  

Olimpiadi a rischio per Jansrud

Jansrud
KEY Jansrud

La presenza di Kjetil Jansrud ai Giochi di Pechino è a forte rischio. La Federazione norvegese ha infatti comunicato che il 36enne, caduto rovinosamente durante il super G di venerdì a Beaver Creek, ha riportato danni ai legamenti del ginocchio sinistro. Per conoscere l'esatta entità dell'infortunio il campione olimpico di super G del 2014 a Sochi dovrà sottoporsi a ulteriori accertamenti.  

La prima discesa alla Goggia

Goggia
Reuters Goggia

Già in grande evidenza nell'unico allenamento svolto, Sofia Goggia ha dominato la prima discesa della CdM 2021-22. A Lake Louise l'italiana ha relegato la statunitense Breezy Johnson a 1"47 e l'austriaca Mirjam Puchner a 1"54.

Per la bergamasca, detentrice della coppetta di specialità, si tratta del 12o successo in carriera, il 9o nella libera.

La miglior svizzera è risultata Corinne Suter, 5a, mentre la ticinese Lara Gut-Behrami, che ha faticato a prepararsi per la prova canadese a causa dei postumi di un'influenza, non è riuscita ad entrare nella top 15.

Odermatt preceduto da Kilde

Odermatt
Reuters Odermatt

Marco Odermatt non è riuscito a bissare la vittoria ottenuta giovedì a Beaver Creek. L'elvetico nel 2o super G di Coppa del Mondo si è classificato comunque ottimo 2o, a soli 3 centesimi dal vincitore, Aleksander Aamodt Kilde.

Brillante nella parte centrale della pista, il nidvaldese ha commesso alcuni errori nella sezione finale. Per il norvegese, compagno di Mikaela Shiffrin, si tratta del 7o successo in carriera, il 4o in questa disciplina.

Complici i ritiri di Urs Kryenbuehl e Justin Murisier, la Svizzera ha colto un solo altro piazzamento nella top 10, quello di Gino Caviezel.

Un super G in più a Bormio

Saranno 3 le gare di Coppa del Mondo maschile che si terranno a Bormio a fine dicembre. La FIS ha infatti annunciato che il super G annullato a Lake Louise la settimana scorsa a causa del brutto tempo sarà recuperato in Italia.

-Il 29enne svizzero Cédric Noger ha colto a Zinal il 2o successo della carriera in Coppa Europa dopo quello del 2018 ad Andalo Paganella. Il sangallese ha fatto suo il gigante grazie ad una brillante prestazione nella prima manche.

Alejo,"Lara deve stare tranquilla"

José Luis Alejo Hervas
rsi.ch José Luis Alejo Hervas

L'avvicinamento di Lara Gut-Behrami alle prime gare veloci della stagione non è stato dei più facili. La ticinese sta faticando ad allenarsi a causa dei postumi dell'influenza.

"L'ho vista meglio", ha spiegato il preparatore atletico José Luis Alejo Hervas, "Lara deve solo stare tranquilla, avere pazienza e trovare la forza mentale di pensare che è pronta".

"Penso che possa migliorare ancora sotto diversi aspetti, ma la strada intrapresa è quella giusta. Con l'età ciò che ti porta al successo è la misura giusta", ha concluso il preparatore fisico di Lara Gut-Behrami.

Odermatt vince SG Beaver Creek

Odermatt
KEY Odermatt

Vittoria di Marco Odermatt nel primo super G stagionale di Coppa del Mondo, disputato sulle nevi statunitensi di Beaver Creek. Lo svizzero ha preceduto di ben 0"78 l'austriaco Matthias Mayer e di 0"95 il canadese Broderick Thompson (partito con il pettorale 35).

Il nidvaldese, che si era già imposto sulla Birds of Prey nel 2019, consolida la sua posizione di leader della classifica generale. Per lui è la 2a affermazione in 3 gare, la 6a in carriera.

Buona prestazione, in una gara selettiva che ha provocato diversi ritiri, anche per Justin Murisier (8o) e Gino Caviezel (10o).