La festa è di Amundsen e Diggins

Harald Amundsen e Jessie Diggins hanno conquistato la CdM di fondo. Entrambi se la sono assicurata all'ultimo sprint intermedio della 20km skating delle finali di Falun, ultima gara stagionale.

Il norvegese, al 2o grande trionfo della carriera e di questo inverno dopo il Tour de Ski, ha poi mollato la presa, non partecipando allo sprint vinto da Johannes Klaebo, al 18o successo della stagione. La 32enne, che aveva già vinto la generale nel 2021, si è invece pure presa la vittoria parziale.

In Svezia la miglior prestazione in campo svizzero è stata quella di Cyril Faehndrich, 16o.

Faehndrich 5a al rientro

Nadine Faehndrich è stata protagonista di un gran ritorno in Coppa del Mondo. A un mese dallo stop forzato per i problemi cardiaci, la 28enne elvetica ha vinto batteria e semifinale prima di chiudere al 5o posto lo sprint a tecnica classica di Drammen.

In campo maschile un po’ di sfortuna, sinonimo di rottura di un bastoncino al via della sua semifinale, ha negato a Valerio Grond la possibilità di andare a giocarsi le sue carte per un posto nella finalissima.

I successi non sono sfuggiti ai padroni di casa norvegesi Kristine Skistad e Johannes Klaebo.

Fondo, tripletta norvegese

Fondo:la 54a edizione della maratona engadinese, accorciata a causa della neve, è andata al norvegese Magne Haga, che ha sopravanzato i connazionali Thomas Bucher-Johannessen e Filip Fjeld Andersen. Quarto Dario Cologna. Tra le donne Maelle Veyre ha rubato lo scettro a Giuliana Werro, seconda.

Atletica:Tadesse Abraham ha vinto la maratona di Barcellona migliorando il proprio record svizzero. Il 41enne si è imposto in 2h05'01", 9" in meno del precedente primato che lui stesso aveva stabilito lo scorso settembre a Berlino

Primo podio individuale per Grond

Finora mai a podio in una gara individuale di CdM, Valerio Grond ha scelto lo sprint di Lahti per sbloccarsi, arrendendosi soltanto a Johannes Klaebo e Lucas Chanavat nella finalissima. Il terzo rango ottenuto sulle nevi finlandesi giunge oltre un anno dopo quello di Livigno, dove - in coppia con Janik Riebli - lo specialista di Davos aveva festeggiato il primo (e finora unico) piazzamento tra i migliori tre.

Faehndrich deve fermarsi

Costretta ad abbandonare la corsa in linea di Canmore ad inizio mese e a rinunciare recentemente alla 10km di Minneapolis, Nadine Faehndrich dovrà interrompere momentaneamente la sua stagione. La lucernese, come evidenziato da recenti esami, soffre di problemi cardiaci benigni e dovrà sottoporsi ad intervento chirugico nei prossimi giorni. L’obiettivo della 28enne è quello di fare il suo rientro già il 12 marzo a Drammen, in Norvegia.

Exploit di Schumacher nella 10km

Per la prima volta in stagione una prova di Coppa del Mondo in campo maschile non è stata vinta da un atleta norvegese. A firmare l'exploit ci ha pensato a Minneapolis il beniamino di casa Gus Schumacher, mai salito sul podio prima in CdM, impostosi nella 10km a stile libero.

Lo statunitense ha preceduto sul traguardo tre norvegesi, mentre il migliore tra gli elvetici è stato Beda Klee.

In campo femminile ha invece concesso il bis Jonna Sundling, già vittoriosa nello sprint di sabato. Poco gloria per le rossocrociate, con Désiree Steiner piazzatasi al 27o posto.

Faehndrich out in semifinale

Nadine Faehndrich ha terminato la sua avventura a Canmore con la prematura eliminazione nello sprint. La lucernese è rimasta esclusa dalla finalissima, in cui a trionfare è stata Linn Svahn, chiudendo in 5a posizione la sua semifinale. Out ai quarti, invece, Alina Meier. Stessa sorte ma in campo maschile per Valerio Grond, subito fuori al primo stadio nella gara vinta da Johannes Klaebo.

Kaelin oro nella 20km ai CM U23

Marina Kaelin ha conquistato la medaglia d'oro nella 20km a tecnica libera ai Mondiali U23 di Planica. La 20enne grazie ad un portentoso sprint finale ha regolato l'americana Haley Brewster e la francese Maelle Veyre. Gloria anche in campo maschile, con Fabrizio Albasini che ha portato a casa il bronzo.