Gagnon dal Langnau al MODO

L'ex attaccante del Langnau Aaron Gagnon vestirà la maglia del MODO, nel campionato cadetto svedese. Al canadese non era stato rinnovato il contratto dopo tre stagioni con i Tigers, con cui ha collezionato 112 presenze, condite da 36 gol e 31 assist. 

Due casi positivi nell'Atletico

L'Atletico Madrid ha annunciato che in seguito ai test svolti sabato come da protocollo dell'UEFA su tutti i giocatori e membri dello staff in partenza per la Final 8 di Lisbona, due persone sono risultate positive al COVID-19. 

I risultati sono stati immediatamente comunicati alle rispettive autorità e le due persone messe in autoisolamento. 

"Allo stesso tempo, è stato attivato il protocollo di attuazione previsto per questi casi che prevede nuovi test PCR per i membri della prima squadra e gli accompagnatori, nonché per coloro che sono stati a stretto contatto con i due positivi", si legge nel comunicato.  

Moto: Formula E,Buemi terzo a Berlino

Sébastien Buemi è salito sul podio a Berlino nel terzultimo E-Prix della stagione. Il vodese ha chiuso al terzo posto la gara vinta da Jean-Eric Vergne. Il portoghese Antonio Da Costa ha conquistato il titolo piloti e la sua scuderia, la DS techeetah, quello costruttori. 

Il Lugano travolge i Rockets

Primo test della stagione sul ghiaccio della BiascArena per il Lugano, che 24 ore dopo l'Ambrì ha affrontato i Ticino Rockets. I bianconeri hanno travolto i rivieraschi con un netto 7-1. 

Tra le file degli uomini di Pelletier sono stati molti i debuttanti, tra cui Arcobello, rimasto a secco ma autore di alcuni notevoli gesti tecnici, e il portiere 19enne Fadani, che ha disputato la seconda metà dell'incontro. 

Da sottolineare il primo gol, siglato al primo tiro in porta da Loeffel dopo soli 22", la doppietta di Romanenghi e i punti di Werder e Ugazzi, giovani provenienti dal vivaio del club.

Evenepoel trionfa in Polonia

Remco Evenepoel ha conquistato la vittoria finale al Giro di Polonia. Come previsto l'ultima tappa, dedicata ai velocisti, non ha cambiato le carte in tavola e il 20enne belga ha mantenuto il vantaggio di 1'52" sul danese Jakob Fuglsang e 2'28" sul britannico Simon Yates. Nell'ultima tappa l'italiano Davide Ballerini ha regolato allo sprint il tedesco Pascal Ackermann e il connazionale Alberto Dainese.

YB in finale di Coppa Svizzera

Jean-Pierre Nsame
KEY Jean-Pierre Nsame

Lo Young Boys ha staccato il biglietto per la finale di Coppa Svizzera battendo per 3-1 il Sion. I vallesani hanno reso la vita difficile ai campioni svizzeri nonostante l'inferiorità numerica dopo l'espulsione al 40' di Zock. 

In vantaggio con il solito Nsame al 72', la squadra di Seoane si è fatta raggiungere 8' dopo da Uldrikis. In zona Cesarini sono poi arrivate le reti di Martins e Mambimbi che hanno deciso la contesa. 

I bernesi, che non alzano il trofeo dal 1987, dovranno aspettare il 25 agosto per sapere il nome della loro avversaria, una tra Basilea e Winterthur.

TC Chiasso campione Interclub

Il TC Chiasso si è laureato campione Interclub battendo il GC nella finalissima e bissando il trionfo di un anno fa. A Winterthur Belinda Bencic e compagne si sono imposte per 10-8 al super tie-break dopo che la combattuta sfida si era chiusa sul 3-3. 

-Fiona Ferro (WTA 53) ha trionfato a Palermo nel primo torneo dalla ripresa ufficiale delle competizioni dopo lo stop dovuto all'emergenza coronavirus. In finale la francese ha sconfitto l'estone Anett Kontaveit (22) per 6-2 7-5. 

Formula 1: Verstappen precede le Mercedes

Max Verstappen
KEY Max Verstappen

Per la prima volta in stagione è stato spezzato il dominio delle Mercedes. Nel GP del 70o anniversario della F1, il secondo sul circuito di Silverstone, il successo è infatti andato a Max Verstappen. 

Il pilota olandese della Red Bull ha preceduto Lewis Hamilton e Valtteri Bottas grazie a una strategia delle gomme vincente.  

Bella gara del ferrarista Charles Leclerc, che ha chiuso al quarto posto, mentre Sebastian Vettel ha ancora deluso concludendo solo 12o. Sempre lontane le Alfa Romeo, con Kimi Raikkonen 15o e Antonio Giovinazzi 17o.