Dal G7 un piano da 600 miliardi

Il G7 ha lanciato domenica un vasto programma di investimenti per i Paesi in via di sviluppo, su iniziativa degli Stati Uniti, che dovrebbe rispondere agli enormi progetti finanziati dalla Cina, su tutti la nuova Via della Seta. 

Il piano si svilupperà su cinque anni per infrastrutture, ambiente, sanità e tecnologie sicure in tutto il mondo.

Nata un anno fa in Cornovaglia, i contorni dell'iniziativa erano rimasti finora vaghi. Il presidente USA Joe Biden è entrato più nel dettaglio anche sulle zone del mondo a cui gli investimenti saranno rivolti: Corno D'Africa, Africa occidentale, Sudamerica e Asia-Pacifico, tutte aeree su cui la lunga mano della Cina è già arrivata da tempo.

G7, manifestazione a Garmisch

Il corteo di Garmisch domenica
keystone Il corteo di Garmisch domenica

Almeno 800 persone (stima della polizia, mentre gli organizzatori parlano di un migliaio) hanno manifestato domenica a Garmisch-Partenkirchen a margine del vertice del G7 che si tiene al vicino castello di Elmau.

"Non lasceremo che distruggiate il nostro pianeta e il nostro futuro", ha detto una portavoce dei dimostranti.

La scarsa attenzione ai temi climatici nel programma dei lavori, dominato dal conflitto ucraino e dalle sue conseguenze in particolare sull'economia, era già stata messa in evidenza da un corteo sfilato sabato a Monaco di Baviera. Vi avevano preso parte dalle 4'000 alle 6'000 persone, comunque molte meno delle 20'000 attese.

Dal G7 "sanzioni sull'oro russo"

Foto di gruppo a inizio lavori
keystone Foto di gruppo a inizio lavori

Appelli all'unità fra le maggiori economie mondiali e la NATO contro la minaccia russa e l'annuncio da parte statunitense di nuove sanzioni sulle esportazioni di oro russo hanno segnato la prima giornata del vertice del G7, domenica al castello di Elmau nelle Alpi bavaresi.

L'impegno a bandire il metallo prezioso che può servire a finanziare lo sforzo bellico del Cremlino è stato annunciato da Joe Biden e dovrebbe essere formalizzato alla fine dei lavori martedì.

Proposto anche un tetto massimo per il prezzo del petrolio. Accanto alla guerra, tengono banco le sue conseguenze economiche: crisi energetica ed alimentare, nonché inflazione alle stelle.

Birmania, bruciata droga

Le autorità birmane hanno annunciato domenica di aver bruciato mezzo miliardo di dollari di droga. L'ONU ha avvertito che la produzione di metanfetamina ha raggiunto livelli record nella regione.

Quasi due tonnellate di eroina e 630 milioni di pillole di metanfetamina sono andate in fumo a Rangoon, secondo le autorità.

Ma alcuni esperti ritengono che questo gesto sia solo una cortina di fumo messa in atto dalla giunta militare, che non sta cercando seriamente di arginare il problema. Come sospetta e ha dichiarato all'AFP l'analista indipendente David Mathieson, che ha parlato di "complicità militare nella droga".

Iran, sul nucleare "non cambiamo"

"Non fermeremo i colloqui di Vienna per rilanciare l'accordo sul nucleare, ma nel frattempo non faremo un passo indietro rispetto alla nostra posizione".

Così il presidente iraniano Ebrahim Raisi nel corso di un'intervista alla TV di Stato, sottolineando che "la priorità dell'Iran è la rimozione delle sanzioni tiranniche statunitensi il prima possibile. Anche gli Stati Uniti dovrebbero tornare agli impegni fissati dal patto".

Le parole del presidente seguono la visita del capo della politica estera dell'UE Josep Borrell a Teheran, durante la quale l'alto diplomatico ha annunciato che i colloqui di Vienna riprenderanno presto.

Sudafrica, 21 morti a una festa

I corpi di 17 persone, giovani di meno di 20 anni, sono stati trovati domenica riversi a terra o sui tavoli di un locale di Scenery Park a East London, città sudafricana a 700 chilometri da Johannesburg. Altre quattro persone sono decedute in ospedale. Le vittime sono 13 ragazzi e 8 ragazze.

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire le cause dei decessi, avvenuti nel corso di una festa.

Nessuno dei cadaveri, infatti, presenta segni di ferite. Appare dunque esclusa l'ipotesi non solo di un atto violento ma anche di un movimento di folla nel night club. Potrebbe invece trattarsi di un'intossicazione da gas o di un avvelenamento collettivo.

Italia, ai seggi per i ballottaggi

Si sono aperti i seggi elettorali per i ballottaggi in 65 comuni per un numero complessivo di elettori che supera i 2 milioni. I comuni capoluogo sono 13, di cui solo Catanzaro è capoluogo di regione. Gli altri sono: Alessandria, Cuneo, Como, Monza, Verona, Gorizia, Parma, Piacenza, Lucca, Frosinone, Viterbo e Barletta. Urne aperte fino alle 23.

Canicola e alluvioni in Cina

Ondate di calore anomale e inondazioni record: alcune zone della Cina sono state colpite da condizioni meteorologiche estreme che hanno causato lo sfollamento di mezzo milione di persone.

Le piogge torrenziali hanno fatto straripare gli argini dei fiumi a livelli che non si vedevano da quasi un secolo. L'area interessata è il bacino del Fiume delle Perle nella ricca provincia manifatturiera del Guangdong, che comprende la capitale regionale Guangzhou.

Allo stesso tempo, il caldo estremo sta colpendo il nord e il centro del Paese. Con temperature superiori ai 40°C, a milioni di persone è stato detto di rimanere a casa.