Indagine abusi sessuali in Congo

L'Organizzazione della sanità (OMS) ha aperto un'inchiesta sulle accuse di abusi sessuali nell'ambito dell'attività dell'agenzia dell'ONU contro l'epidemia di ebola in Congo. "Le azioni presumibilmente perpetrate da individui che si identificano come impiegati dell'OMS sono inaccettabili e saranno oggetto di indagini approfondite", ha dichiarato in un comunicato.

Banditi gruppi suprematisti

"Abbiamo bandito 250 organizzazioni suprematiste bianche da Facebook e Instagram", lo ha detto Nick Clegg, vicepresidente di Facebook.

A poche settimane dalle presidenziali americane, Clegg ha ricordato che i social media adotteranno "un'etichetta informativa sui contenuti che cercano di delegittimare il risultato delle elezioni o di mettere in discussione la legittimità dei metodi di voto".

Ha inoltre detto che "da marzo a maggio 2020" il social "ha rimosso negli USA più di 100'000 contenuti" che violavano le politiche della piattaforma riguardo all'interferenza sugli elettori.

Land tedeschi: multe per dati fittizi

Sono previste multe fino a 1'000 euro nel Land dello Schleswig-Holstein, al confine della Danimarca, per chi falsifica le informazioni personali fornite quando si frequentano bar o ristoranti. Lo ha stabilito il ministro-presidente del Land Daniel Guenther (CDU).

Poco prima dell'annuncio di Guenther si è tenuta una conferenza dei ministri-presidenti dei Land tedeschi insieme alla cancelliera Angela Merkel, durante la quale erano state stabilite multe minime di 50 euro per chi falsifica le informazioni.

Sempre al riguardo, Merkel aveva commentato martedì in conferenza stampa che simili trasgressioni non sono "peccatucci" di poco valore.

Orban chiede le dimissioni di Jourova

Il premier ungherese Viktor Orban chiede le dimissioni della vicepresidente UE, Vera Jourova, alla vigilia della presentazione del primo rapporto annuale di Bruxelles sul rispetto dello stato di diritto nei 27 Paesi UE.

Il premier chiede le dimissioni di Jourova sulla base delle sue "dichiarazioni pubbliche dispregiative" sull'Ungheria. L'attacco del premier ungherese fa riferimento ad una intervista della stessa Jourova in cui la vicepresidente aveva detto che l'Ungheria "sta costruendo una democrazia malata".

Leader indiscusso del suo paese, Orban si è più volte messo in rotta di collisione con Bruxelles. Lo scontro con la Commissione europea non è dunque nuovo.

Biden ha pagato 300'000$ di tasse

Il candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden, a poche ore da primo duello tv con il presidente statunitense Donald Trump, ha pubblicato la sua dichiarazione dei redditi per il 2019.

Biden, secondo quanto emerso, ha pagato quasi 300 mila dollari in tasse sul reddito. Secondo lo scoop del New York Times Trump ha pagato zero tasse per dieci degli ultimi 15 anni e solamente 750 dollari nel 2016 e 2017.

La responsabile della campagna elettorale di Biden, Kate Bedingfield, ha commentato: "Questo è un livello storico di trasparenza volto ridare fiducia al popolo americano che il loro leader si prenderà cura di loro e non dei propri profitti".

Chieste le dimissioni di Salles

La Procura federale del Brasile ha chiesto le dimissioni del ministro dell'Ambiente, Ricardo Salles, a seguito delle accuse da parte di gruppi ecologici di favorire interessi immobiliari e società legate al settore turistico a discapito della tutela dell'ambiente.

"La permanenza in carica di Ricardo Salles ha portato ogni giorno conseguenze tragiche" per l'ambiente, ha affermato il Pubblico ministero federale in un documento in cui raccomanda le dimissioni di Salles, presentato al Tribunale regionale federale.

Nonostante le critiche per la sua politica in Amazzonia, Foresta Atlantica e Pantanal, Ricardo Salles ha ricevuto il sostegno del presidente Jair Bolsonaro.

Nuovi scontri nel Caucaso

Nuovi e "intensi" combattimenti si sono verificati anche nella notte su martedì tra le forze azere e i separatisti armeni del Nagorno Karabakh.

Secondo quanto riferito dall'Azerbaigian, le forze armene avrebbero tentato di riprendere le posizioni perdute con azioni militari nelle direzioni di Fizuli-Jabrailsky e Agder-Tertersky, ma sarebbero state respinte dalle truppe azere, che ora riferiscono di portare avanti un'offensiva per conquistare la cittadina di Fizuli.

L'Armenia, da parte sua, accusa la Turchia (alleata dell'Azerbaigian) di aver abbattuto un suo caccia. Al momento si contano almeno 95 persone morte in seguito agli scontri.

Securité Sociale in deficit

Voragine nei conti della Sécurité Sociale francese (previdenza sociale e assistenza malattia) nel pieno della crisi del Covid-19. Secondo il progetto di legge finanziaria presentato oggi - riferisce Le Monde - il deficit della cassa malattie e vecchiaia raggiungerebbe i 44,4 miliardi di euro nel 2020.

Investiti in pieno dalla crisi sanitaria, i conti della Securité Sociale sprofondano a una cifra superiore anche al 2010, due anni dopo l'inizio della crisi economica, quando toccarono i 28 miliardi. 

Si tratta, sottolinea Le Monde, di un deficit senza precedenti, dovuto essenzialmente al taglio dei posti di lavoro nelle imprese.